Palazzo Cotroceni

Palazzo Cotroceni

Sede della Presidenza della Repubblica Rumena, il Palazzo Cotroceni riflette i gloriosi fasti del passato di Bucarest e ospita il Museo Nazionale Cotroceni.

Una passeggiata indietro nel tempo

Le origini del palazzo si rimontano al 1679, quando sulla collina di Cotroceni venne costruito un monastero che, nel 1862, si trasformò poi nella residenza estiva del principe. Anni dopo, nel 1888, il monastero fu demolito e sostituito dal palazzo che sarebbe diventato la residenza ufficiale deli monarchi. 

Nel 1989, al termine della Rivoluzione rumena, il palazzo divento infine residenza ufficiale del Presidente della Romania.

Museo Nazionale di Cotroceni

Nel 1991, fu inaugurato il Museo Nazionale Cotroceni, creato per ospitare parte del Museo Municipale di Bucarest.

Il museo, che occupa la parte più antica del palazzo e della chiesa di Cotroceni, ripercorre il passato politico della Romania, descrivendo i grandi contrasti tra i diversi governi che, ognuno a suo modo, segnarono la vita passata, presente e futura di Bucarest.

Un'opzione consigliata

Consigliamo la visita del Palazzo Cotroceni perché offre un'interessante chiave di lettura per scoprire la personalità della capitale e capirla a fondo.

Trattandosi della residenza ufficiale del Presidente rumeno, l'edificio dispone di un complesso sistema di sicurezza e per potervi accedere è necessario prenotare in anticipo la visita.

Potrete effettuare la prenotazione direttamente sulla pagina ufficiale del Palazzo, cliccando sul seguente link:

Orario

Da martedì a domenica: dalle 09:30 alle 17:30.
È necessario prenotare in anticipo.

Prezzo

Adulti: 55 LEI.
Studenti: 13 LEI.
Pensionati: 27 LEI.

Trasporto

Metro: Politehnica, linea M3 e Eroilor, linee M1 e M3.